São Salvador de Bahia

Salvador o meglio São Salvador de Bahia de Todos os Santos è una delle mete da non perdere per il viaggiatore che desidera conoscere la vera essenza del Brasilenella città più influenzata dalla cultura afro-brasiliana.

Capitale del Brasile fino al 1763 e oggi dello stato di Bahia, Salvador è situata a nord est del Brasile ed è uno dei centri con maggiore popolazione. Tradizioni popolari e colorato folklore sono gli elementi che contraddistinguono la sua anima, così come il predominante stile coloniale.

Un tour fra le strade di Salvador permette di immergersi nei suoi angoli più suggestivi, come il cuore della città alta conosciuto con il nome di Pelourinho. Fra dinamiche stradine ed edifici colorati nel quartiere storico Pelourinho si fa un salto indietro nel tempo. L’architettura coloniale è talmente caratteristica da essere stata riconosciuta come Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’Unesco. Palazzi, case storiche, chiese come quella dedicata a San Francesco e monumenti: in questa zona si trova il cuore dell’architettura barocca dell’intero Brasile.

Pelourinho si può raggiungere facilmente grazie al comodo e storico Elevador Lacerda dal quale si gode di una vista magnifica. Chi è più attirato dalla cultura coloniale può anche soggiornare in questa zona, in una antica dimora in stile portoghese oppure in uno dei primi e storici hotel del Brasile, Convento do Carmocostruito nel 1586 e oggi edificio esclusivo ed elegante.

Il quartiere Pelourinho è l’ideale anche per una magica serata brasiliana con Moqueca de Camarao per cena (un piatto a base di gamberi tipico di Bahia) e passeggiata in Largo do Pelourinho.

Partendo da Pelourinho di sicuro interesse è anche la visita della Praça Castro Alves, luogo di incontro citato anche da Caetano Veloso in un suo celebre testo. Situata alla fine della Avenida Sete de Setembro, la piazza Castro Alves offre uno scorcio su tutta la Baia de Todos os Santos. Da lì è poi possibile raggiungere il Teatro Castro Alves, molto attivo per quanto riguarda gli eventi musicali e la danza, e il Forte de São Pedro costruito nel 1627 come sistema di difesa e dichiarato patrimonio storico dello Stato nel 1957. Attualmente, dopo la restaurazione, è stato aperto al pubblico grazie al progetto volto alla rivitalizzazione del centro storico di Salvador.

Con una camminata si raggiunge anche uno dei punti di riferimento per le navi in navigazione sull’Atlanticodirette a Salvador. Si tratta di una delle mete turistiche per eccellenza: il Farol da Barra, detto anche Farol de Santo Antônio. Simbolo della città di Salvador si trova proprio all’estremità della Baia de Todos os Santos e accoglie anche il Museo Náutico da Bahia. Con i suoi oltre 20 metri di altezza il Farol da Barra permette una vista panoramica mozzafiato, offrendo al visitatore la possibilità di scrutare dall’alto la splendida baia e di volgere lo sguardo anche verso la maestosità dell’Oceano Atlantico.

Il Farol da Barra è stato costruito nel 1698 a seguito di un triste naufragio e rappresenta il primo faro del Brasile e il più antico di tutto il continente. Nel 1832 il faro è stato sostituito con uno prodotto in Inghilterra, senza però perdere il suo fascino e la sua storia.

Pagina successiva >