Rio de Janeiro

Rio de Janeiro è sicuramente fra le città più conosciute e coinvolgenti del Brasile.
Il Brasile è un territorio vasto ed emozionante, ricco di sfaccettature e di particolarità che lo rendono una meta da sogno e un luogo affascinante caratterizzato da suoni, colori, vivacità e ritmo.
Raggiungere Rio de Janeiro è facile grazie ai frequenti voli aerei da Roma e Milano ma anche da altre città italiane passando per Lisbona.

Con i suoi oltre 6 milioni di abitanti, Rio è stata la capitale del Brasile dal 1763 al 1960 ed è oggi un’icona irresistibile anche grazie al suo stupendo Carnevale di Rio che si festeggia ogni anno all’inizio della Quaresima e che coinvolge una miriade di visitatori da tutto il mondo. Il Carnevale di Rio è l’emblema della magnificenza. Le sue origini sono Europee, ma la cultura afro-americana ha saputo fornire un impulso distintivo: sfilate per le strade, quartieri che partecipano alla parata con balli tipici e costumi sfarzosi, e soprattutto la caratteristica samba che riecheggia ovunque.

Rio de Janeiro è una città dove divertimento e svago sono assicurati tutto l’anno, le attrazioni da visitare sono davvero tante e il clima piacevole la rende una meta perfetta in ogni stagione.

Fra i tanti e affascinanti luoghi simbolo brasiliani a Rio troviamo il Cristo Redentore che, con i suoi ben 38 metri di altezza, è entrato a far parte delle “Sette Meraviglie del Mondo”. Il monte Corcovado dove l’imponente statua si erge è un regalo della natura, la sua maestosità caratterizza la città e sembra fondersi in uno spettacolo sospeso tra cielo e mare. Sulla cima il Cristo Redentore si carica di significati religiosi e sociali: il suo abbraccio dà l’impressione di ergersi immenso e caritatevole nei confronti dell’intera umanità.

Per raggiungere la zona del Cristo è possibile prendere un comodo taxi ma chi desidera immergersi nella storia può percorrere con un trenino l’antica via ferroviaria, l’Estrada de Ferro, salendo fra stradine e scenari mozzafiato. Dall’alto il paesaggio e la vista sull’intera baia sono straordinari: le spiagge e la foresta da una parte, la città frenetica dall’altra.

Vi è anche un filo sottile che lega l’Italia a Rio de Janeiro: ad accendere le lampade del Cristo Redentore nel 1931 fu Guglielmo Marconi, con un impulso radio direttamente da Roma. Un motivo in più per visitare la zona e notare la targa posta ai piedi della statua dedicata al grande scienziato italiano.

La montagna e il suo simbolo hanno saputo influenzare notevolmente scrittori, pittori e musicisti come Vinicius de Moraes, Chico Buarque de Hollanda e il celebre Antônio Carlos Jobim. Il compositore brasiliano nato a Rio è fra gli ideatori della bossa nova ed è stato sempre molto grato alla sua terra natale, al punto da dedicare canzoni come Corcovadoall’omonimo monte e Garota de Ipanema al quartiere a Sud dove ha vissuto con la famiglia. Oggi gli appassionati di questo genere musicale possono visitare la sua tomba presso il Cemitério São João Batista di Rio e rendere omaggio a questo grande artista.

Rio de Janeiro ha da sempre la capacità di stupire per i suoi tanti contrasti estetici. Questa metropoli infatti si trova inserita all’interno del Parco Nazionale di Tijuca, il più grande parco urbano del mondo. Natura esotica e tropicale, grotte, vegetazione fitta caratterizzano l’area di oltre 3.000 ettari: immancabile è un picnic e una visita alle cascate Cascatinha Taunay e Cascata Gabriela, alla pittoresca Capela Mayrink immersa nel verde e per gli appassionati di sport la sfida è arrampicarsi sul Pico de la Tijuca, la parte più alta del parco.

Pagina successiva >