La geografia del Brasile

Il Brasile si trova in Sud America ed è una repubblica di tipo federale, costituita da 26 stati che si estendono per oltre 8,5 milioni di km². La capitale del Brasile è Brasilia e si trova nel Distretto Federale, nel centro-sud del paese.

Il Brasile, la cui popolazione è di oltre 200 milioni di abitanti, confina con numerosi stati: a Nord con Guiana Francese, Venezuela, Guyana e Suriname, a Sud con Bolivia, Uruguay, Paraguay e con un tratto di Argentina, mentre a Nord-Ovest con Colombia e Perù.

26 stati di cui si compone i la Mappa del Brasile sono raggruppati in cinque grandi regioni, che identificano anche la suddivisione territoriale di questo grande stato dell’America Latina.

Nord e Nord-Ovest, troviamo la regione dell’Amazzonia. Conosciuta anche per essere il polmone verde della Terra, l’Amazzonia è la più grande foresta pluviale del mondo e si estende, per oltre la metà, nel territorio a nord del Brasile e in altri 8 stati confinanti dell’America Latina. Le sue caratteristiche la rendono un ecosistema davvero unico: sono infatti numerosissime le specie animali e vegetali che vi abitano, tanto che la biodiversitàche è possibile trovare nella foresta amazzonica non ha pari in nessun altro luogo del mondo.

Un ecosistema molto fragile quindi, ma anche molto importante che purtroppo è stato minacciato negli ultimi anni per via della continua e progressiva deforestazione, attuata sia per la vendita del legname sia per la realizzazione di campi coltivabili. Vi sono svariate popolazioni indigene che vivono stabilmente nella foresta amazzonica e, nel corso degli anni, è aumentato anche il numero di abitanti non nativi che, per lavoro o turismo, entrano in contatto con questi territori che restano ancora ampiamente inesplorati.

Nell’area amazzonica troviamo lo stato di Acre, abitato prevalentemente da indios e famoso per l’esportazione di gomma e per l’omonimo fiume che lo attraversa, il Rio Acre, e il piccolo stato di Amapá, la cui economia poggia sull’agricoltura, la pesca e l’estrazione di minerali quali bauxite e manganese.

Sempre nella regione Amazzonica si trova anche lo stato di Amazonas, la cui capitale è Manaus. Questa zona è nota non solo per l’esportazione della gomma, ma anche per la coltivazione di diversi prodotti quali ad esempio arance e manioca. Negli ultimi anni, grazie alla sua natura incontaminata, Manaus e lo stato di Amazonas sono diventate una meta turistica di eccellenza. Uno dei fenomeni che affascina incredibilmente il viaggiatore è dato dall’incontro fra i fiumi Rio Negro e Rio Solimoes che, complice una differente composizione chimica, scorrono paralleli per molti chilometri mostrando una differente colorazione delle acque. Nello stato di Amazonas si trova anche il monte più alto del Brasile, il Pico Rio delle Amazzonida Neblina che, con i suoi tremila metri sul livello del mare, è un simbolo naturale della zona.

Della regione Amazzonica fanno parte anche gli stati di Rondônia, forte nell’esportazione di legno e nella produzione di caffè, Roraima con i suoi giacimenti preziosi, Tocantins con i suoi numerosi corsi d’acqua e una vegetazione molto varia e Pará. Quest’ultimo è famoso per l’estrazione di materiali ferrosi, per l’allevamento, grazie alle sue grandi pianure, e per essere lo stato che ospita il bacino inferiore e il delta dell’imponente fiume Rio delle Amazzoni.

Con i suoi oltre 6 mila km di lunghezza, il Rio delle Amazzoni è infatti il più esteso del mondo e il fiume più grande per volume d’acqua. E’ la via d’accesso e di trasporto più comune per chi vive nella foresta Amazzonica, permettendo di raggiungere dall’Atlantico la capitale Manaus e i tantissimi villaggi che sorgono sulle sue rive. La navigazione sul Rio delle Amazzoni è molto apprezzata anche da chi desidera effettuare una vacanza all’insegna dell’ecoturismo, per conoscere fino in fondo la bellissima e variegata natura che appare lungo questo stupendo fiume.

Nella Região Nordeste, a nord-est del Brasile vi sono invece alcuni degli stati più visitati a livello turistico. Uno di questi è Alagoas con capitale Maceió. Con le sue vaste piantagioni di canna da zucchero e gli scenari naturali mozzafiato, fra barriere coralline e acque turchesi è una delle zone più conosciute dai viaggiatori. Più a Sud troviamo anche Sergipe, lo stato brasiliano più piccolo per estensione. Come la maggior parte dei territori a Nord-Est, anche questo stato si distingue per una sorta di savana, la caatinga, un bioma (complesso di piante e animali) caratterizzante il Brasile.

Continua >