Clima

La grande estensione del territorio brasiliano rende difficile descrivere in modo unitario le sue condizioni climatiche: il clima in Brasile infatti, pur essendo piacevole e caldo tutto l’anno, cambia da regione a regione, da zona a zona e in alcune aree muta in base al periodo in cui lo si visita.

Innanzitutto in Brasile le stagioni sono invertite rispetto all’Europa. Ciò significa che da novembre a marzo/aprile in Brasile le temperature sono più elevate, il tasso di umidità è inferiore ed è il momento migliore per visitarlo. Questo vale per tutte le zone ad eccezione di quelle a Nord e Nord-Est dove si registra una perenne estate con temperature gradevolissime tutto l’anno.

In Brasile si possono rintracciare ben 6 zone climatiche: dalla equatoriale e tropicale a quella semiarida e temperata.

Nelle regioni più interne ad esempio il clima è di tipo tropicale, con temperature variabili sui 20-25° C. Nelle parti più a Nord-Est del Brasile e nella regione amazzonica invece le temperature sono più elevate, 25-27° C in media, con un clima di tipo tropicale ed equatoriale.

Il Nord-Est infatti, come menzionato, vede temperature sempre molto elevate, con picchi fino a 38° C, ma la brezza proveniente dal mare rende il soggiorno sempre perfetto. Da Bahia allo stato di Maranhao si sviluppano quindi le regioni più secche del paese, con piogge concentrate tra gennaio e luglio soprattutto nella zona costiera, in diminuzione invece verso l’interno.

Anche a Salvador il clima è di tipo tropicale, le precipitazioni sono frequenti ma brevi e il caldo è costante, con punte di 37° C. Più a Nord anche Recife nel Pernambuco registra tutto l’anno temperature costanti e calde, con punte di 30° C da novembre e gennaio ed estati più fresche ma mai inferiori ai 19° C, così come a Maceió nello stato di Alagoas.

Per quanto riguarda la zona amazzonica, nel periodo dicembre-marzo, si registrano temperature fra i 25° e i 35° C e ripetute precipitazioni, che comunque sono diffuse durante tutto l’anno. Stati come Acre e la sua capitale Rio Branco, inseriti pienamente nella Foresta Amazzonica, presentano un clima di tipo equatoriale e tropicale e non conoscono quindi stagioni secche, in quanto le precipitazioni sono sempre presenti. Anche lo stato di Parà e la sua capitale Belém hanno un clima equatoriale, con una media annuale di 28° C e umidità elevata.

Nello stato di Mato Grosso do Sul, dove si trova anche il Pantanal, la zona paludosa più estesa al mondo, si arrivano invece a registrare temperature record anche di 45° C e ovviamente in questa zona la stagione secca non esiste, in quanto le piogge sono abbondanti in tutti i mesi dell’anno.

Continua >